home - docenti - Gabriella Giulia Pulcini
Profilo WeTurtle - Gabriella Giulia Pulcini

Profilo WeTurtle - GABRIELLA GIULIA PULCINI

GABRIELLA GIULIA PULCINI


Gabriella Giulia Pulcini ha maturato un dottorato di ricerca nello sviluppo di nuovi approcci per l'insegnamento e l'apprendimento delle scienze naturali e ambientali presso l'International School of Advanced Studies dell'Università di Camerino. Si è laureata in Chimica all’Università di Bologna nel 1998. Dal 2000 ha sempre lavorato nel settore dell'istruzione come docente nelle scuole superiori, con numerosi incarichi. Dopo la laurea, ha conseguito una specializzazione in Metodologie chimiche di controllo e di analisi e una laurea triennale in Tecnologie chimiche per l'ambiente e la gestione dei rifiuti. Ha conseguito diversi titoli di perfezionamento post-laurea tra cui quelli orientatore didattico, tutor on-line e tutor dell’apprendimento. Oggi i suoi interessi di ricerca includono oltre agli stili di apprendimento e di insegnamento, l’orientamento, il tutoraggio, l’E-learning, la valutazione e la didattica innovativa nel campo delle scienze a livello universitario e scolastico. È autrice di numerosi articoli e capitoli di libri sui temi della didattica digitale e membro di comitati scientifici internazionali di congressi dedicati all'Educazione e Innovazione. Docente formatore di decine di corsi sulle tematiche delle nuove tecnologie per la didattica rivolti ai docenti di ogni ordine e grado per conto dell'università e delle scuole. Collabora con una borsa di studio da 2 anni con UNICAM, in cui si occupa di ricerca nel campo dell’orientamento e del tutoraggio. Dal 2016 è docente-tutor per l’attività formativa libera accreditata, giunta alla sua sesta edizione, dal titolo “Conosci te stesso. Scopri il tuo stile di apprendimento”. Da quest’anno “Conosci te stesso” viene offerto alle scuole superiori come corso di formazione per i percorsi PCTO. Il motto è una frase di S. Francesco d'Assisi: «Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile».