LEZIONI E FORMAZIONE DAI DOCENTI PER I DOCENTI

Scopri WeTurtle, la community di educatori dove trovare e condividere risorse innovative

home - progetti - SOLE E CELLULARI: un compito di realtà ad energia pulita.

SOLE E CELLULARI: un compito di realtà ad energia pulita.

Il progetto, pensato per i ragazzi di una terza media (la IIID della Scuola Secondaria di I grado Solimena-De Lorenzo di Nocera Inferiore nello specifico), vuole mettere alla prova i ragazzi in un compito di realtà al limite della prova per competenze. Ovvero, si vuole provare i ragazzi in una...

Luca SCALZULLO   by Luca SCALZULLO
Tinkering
CATEGORIA
Tinkering
Materiali di recupero

Introduzione

Il progetto, pensato per i ragazzi di una terza media (la IIID della Scuola Secondaria di I grado Solimena-De Lorenzo di Nocera Inferiore nello specifico), vuole mettere alla prova i ragazzi in un compito di realtà al limite della prova per competenze. Ovvero, si vuole provare i ragazzi in una situazione problematica, complessa e nuova, quanto più possibile vicina al mondo reale, da risolvere utilizzando conoscenze e abilità già acquisite e trasferendo procedure e condotte cognitive in contesti e ambiti di riferimento moderatamente diversi da quelli resi familiari dalla pratica didattica.


In questa attività è stato chiesto loro di costruire un oggetto, in particolare un caricabatterie per cellulari ad energia solare, senza sapere di cosa si trattasse, ma partendo soltanto dai materiali posti alla rinfusa.

Vuoi leggere la lezione quando vuoi, anche offline?

Obiettivi e Competenze Obiettivi e Competenze

OBIETTIVI:

  • Permettere agli studenti, mediante una didattica laboratoriole di guadagnare consapevolezza di sè;
  • Promuovere la partecipazione consapevole, responsabile e autonoma degli studenti alle attività comuni;
  • Stimolare l’acquisizione di un metodo di studio efficace in assoluta autonomia;
  • Far acquisire conoscenze, competenze seguendo una metodologia sperimentale;
  • Usare le conoscenze e le competenze per riflettere sulla realtà;
  • Imparare a reperire informazioni rielaborandole;
  • Valorizzare una procedura per errori e debugging;
COMPETENZE:
  • Affrontare compiti di realtà;
  • Imparare ad imparare;
  • Svilupare una capacità di mirare alla soluzione del problema;
  • Capacità di leadership e di imprenditorialità;
  • Individuare collegameni e relazioni;
  • Progettare e comunicare;
  • Agire in modo autonomo da soli ed all'interno del gruppo.

Strumenti Strumenti

A disposizione dei ragazzi c'erano:

  • una celletta solare da 6V;
  • tre pile stilo AA;
  • un portabatterie;
  • un circuito di ricarica USB;
  • un commutatore;
  • un diodo 1N914;
  • una scatola di legno sagomata con taglio laser;
  • dei cavi elettrici da 1,5 mmq.
Oltre alla necessità di utilizzo di:
  • colla a caldo;
  • saldatore;
  • stagno;
  • tranciacavi.

Metodologia didattica Metodologia didattica

La metodologia didattica è quella del PBL (Problem Based Learning) in cui si considera, come punto di partenza dell’apprendimento, un quesito che i discenti devono risolvere.

Nel caso specifico i ragazzi devono capire cosa devono fare e come. In particolre devono inizialmente capire cosa sono i vari componenti indagando come funzionano e quali sono le loro caratteristiche.

La situazione problematica è il focus del processo di acquisizione del sapere e, intorno a essa, vengono costruiti gli stimoli e gli strumenti per l’attività di risoluzione che devono portare alla scrittura del circuito elettrico alla base del caricabatterie e alla sua costruzione finale con verifica reale del funzionamento.

L’apprendimento, dunque, non si attua ascoltando, bensì facendo, ricercando autonomamente le soluzioni al “puzzle” proposto. L'esercizio proposto, dunque, consente un collegamento tra l’apprendimento teorico-cognitivo (knowing that) e quello tecnico-operativo (knowing how), arricchendo notevolmente l’efficacia della lezione. Aspetti nodali di questo tipo di approccio sono l’analisi, l’indagine e la scoperta, tappe fondamentali del processo di conoscenza.

Gli studenti, davanti al compito da svolgere, sono chiamati ad attivare la capacità di autoapprendimento, a collegare una vasta quantità di informazioni e conoscenze per svilupparne di nuove.

Ancora non sei iscritto? Diventa una tartaruga digitale con centinaia di docenti da tutta Italia.

ISCRIVITI SUBITO!

Linee guida delle attività Linee guida delle attività

Ai ragazzi è stato chiesto:

  • Capire cosa fosse il manufatto richiesto;
  • Capire come funzionano tutti gli elementi;
  • Immaginare uno schema elettrico razionale e funzionante;
  • Immaginare uno schema di montaggio;
  • Coinvolgere tutta la classe.
Innanzitutto i ragazzi hanno passato un pomeriggio nella Biblioteca di Nocera Superiore (iniziativa tutta loro) per una giornata studio in cui confrontarsi, ricercare, dare corpo alle idee, dividersi compiti e scambiarsi eperienze. 

Poi la lezione è continuata in aula dove agli assenti in biblioteca (variazioni logistiche riducono sempre il numero dei presenti) è stato presentato il report di quanto ottenuto rendendoli partecipi delle attività.
Nella stessa giornata hanno chiesto di prenotare il laboratorio scolastico per le operazioni di montaggio, dividendosi i compiti di procurare il materiale mancante.

Risultati attesi Risultati attesi

Direi puttosto risultati ottenuti, visto che questo tutorial si prefigura come report di una attività svolta.

I ragazzi sono riusciti a ottemperare al compito ricevuto. Hanno mostrato la capacità di gestione di una commessa, collaborando, individuando i leader e valutando le reciproche competenze atte a risolvere i problemi presentatigli.

Hanno usato le pur minime conoscenze di elettronica per recuperare e trovare le informazioni necessarie.

Hanno montato il caricabatterie mostrando predisposizione alla sperimentazione e all'utilizzo di tecnologie mai viste prima (saldare un cavo elettrico non è cosa di tutti i giorni).

E non trascurabile, hanno reso la settimana del loro professore piacevolissima nonostante i messaggi a notte fonda alla ricerca di conferme.

Per chi se lo fosse chiesto, il caricabatteria funziona alla perfezione.

Al prossimo articolo

Luca SCALZULLO

Riferimenti e links Riferimenti e links

Vuoi leggere la lezione quando vuoi, anche offline?



Hai letto la lezione? Che cosa ne pensi? Lascia un commento qui sotto!