home - blog - Back to school: idee per un’accoglienza innovativa alla scuola primaria
#genially #didattica-digitale
by Orbisaglia Chiara, 03-02-2022

Tempo Lettura articoloTempo di lettura/visione: 5 min

PROVA LA FORMAZIONE! LA PRIMA LEZIONE E' GRATIS


Fai il login e guarda gratuitamente la prima lezione del corso Giochi e percorsi per la didattica con GENIALLY - ID SOFIA: 57020

Back to school: idee per un’accoglienza innovativa alla scuola primaria

Anteprima Articolo Blog Back to school: idee per un’accoglienza innovativa alla scuola primaria La scuola, intesa come laboratorio di esperienza dello studente, è un luogo in cui le relazioni giocano un ruolo essenziale e incide sul benessere di tutte le persone che la frequentano. A tale proposito, l’accoglienza è uno dei momenti più importanti per poter costruire, fin da subito, un piacevole clima relazionale all’interno del gruppo classe. Le prime impressioni rimangono ben impresse nella mente dei bambini!

Ogni anno, a settembre, maestre/i e alunni sono pronti per tornare a scuola, pieni di energie e di buoni propositi. Allo stesso tempo, in alcune circostanze le prime giornate di scuola sono particolarmente delicate. Si pensi, ad esempio, ai bambini che iniziano la classe prima e devono cambiare grado d’istruzione, ai neoarrivati che parlano e comprendono poco l’italiano e che provengono da un’altra cultura, a tutti gli studenti che si trovano nella condizione di dover cambiare scuola e/o classe per svariate motivazioni. Le modalità di accoglienza degli studenti all’inizio di ogni nuovo anno scolastico devono, pertanto, essere ben programmate.

Materiale per accogliere dalla prima alla quinta

Come prima cosa, un consiglio per attivare l’interesse degli alunni, potrebbe essere quello di far leva sui meccanismi motivazionali delle attività scolastiche grazie alla proposta di esercizi e giochi didattici più stimolanti rispetto a quelli previsti in una lezione frontale. Di fronte alla rivoluzione digitale in corso e ai suoi effetti sulle tecnologie, infatti, la didattica deve rispondere ai cambiamenti sociali e culturali.

Ecco allora una raccolta di siti - gratuiti e facilmente reperibili nel web - a cui poter attingere per gestire senza timore il momento di accoglienza dei bambini alla scuola primaria. Nei seguenti siti si trovano materiale da scaricare in supporto alla didattica e giochi educativi online da svolgere in classe tramite un computer o una lavagna LIM, per un’accoglienza divertente e innovativa. 
Tutti gli strumenti sono facilmente utilizzabili in quanto la sezione “accoglienza” è ben visibile nell’interfaccia principale del menù. Ulteriori proposte didattiche, laboratoriali e progettuali da poter utilizzare i primi giorni di scuola (e non solo!) sono organizzate per disciplina (italiano, matematica, scienze, etc.) e suddivise in base al grado d’istruzione (classe prima, classe seconda, classe terza, classe quarta, classe quinta). Nell’indice dei siti sotto citati è prevista anche una ricca parte di attività inclusive rivolte a studenti BES.

Un’accoglienza a prova di click: trasformare documenti in schede didattiche digitali

Se si è alla ricerca di un metodo originale e al passo con i tempi per progettare l’accoglienza dei bambini nel nuovo anno scolastico, la soluzione è semplice e si chiama: Liveworksheets. Si tratta di un portale web che consente di trasformare in modo intuitivo fogli di lavoro in modalità cartacea o schede stampabili di differenti formati (PDF, DOC, JPG, etc.) in attività interattive. Tali esercitazioni sono fruibili online e sono disponibili in tutti i tipi di device, cioè computer, smartphone e tablet. Liveworksheets è la risposta alle sfide che gli insegnanti devono affrontare quotidianamente con le nuove generazioni e con le incessanti trasformazioni tecnologiche, che hanno un grande impatto sia sull'ambiente scolastico sia sul modo in cui il cervello reagisce a tali cambiamenti. Liveworksheets può essere utilizzato per valutare il livello medio del gruppo classe dall’inizio dell’anno scolastico in modo da poterne monitorare l’andamento, giorno dopo giorno, e inviare ai propri alunni delle prove da eseguire comodamente da casa. In aggiunta, con Liveworksheets si possono realizzare delle prove da sottoporre ai bambini nei giorni di accoglienza a scuola, ad esempio recandosi nell’aula di informatica e inviando loro gli esercizi da eseguire e consegnare entro dei tempi stabiliti. Una lezione di questo tipo va a rafforzare l’autonomia, la motivazione ad apprendere, la curiosità e le aspettative di successo negli studenti. Essi resteranno entusiasmati dalle prime lezioni, di fatto le più importanti per instaurare un buon rapporto con l’insegnante.

È facile dedurre, pertanto, che Liveworksheets può rivelarsi uno strumento efficace ed efficiente anche per preparare del materiale di cui avvalersi nel caso in cui si ha la necessità di fare scuola totalmente da remoto, cioè la didattica a distanza, oppure lezioni in presenza alternate da lezioni da svolgere a casa, ossia la didattica digitale integrata.

Cos’è e come funziona Liveworksheets

Liveworksheets è uno strumento digitale che ha l’obiettivo di creare esercizi disponibili online, con contenuti che possono variare per argomento e complessità. Questo portale web può essere utilizzato da insegnanti di tutte le discipline e di tutti i gradi di istruzione, dalla scuola primaria alla scuola secondaria di secondo grado.

1. Come registrarsi

Per utilizzare Liveworksheets è necessario registrarsi – gratuitamente - come docente o come studente. Il docente per iscriversi deve compilare i campi richiesti. Lo studente può registrarsi attraverso l’inserimento di un apposito codice del gruppo classe, fornito dall’insegnante o dalla scuola.

2. Come creare esercizi interattivi per l’accoglienza

Liveworksheets concede agli utenti di realizzare schede didattiche compilabili direttamente in rete: dopo aver caricato un documento in versione cartacea o un documento stampabile, questo verrà trasformato in un’immagine digitale. Dopo aver ottenuto tale immagine, l’insegnante dovrà inserire le risposte corrette e aggiungere caselle o griglie o box vuoti sul foglio di lavoro, i quali dovranno essere compilati dagli alunni. Oltre a disegnare degli spazi bianchi da riempire, si possono realizzare altre tipologie di esercitazioni come, ad esempio, domande con risposte a scelta multipla o con risposte aperte, attività di ascolto, strumenti di dettatura vocale, attività con frecce da collegare o con ricerca di parole, prove con trascinamento di elementi, etc. Per scoprire tutte le modalità di realizzazione delle schede didattiche e delle relative cartelle è consigliabile guardare i video tutorial “come creare fogli di lavoro interattivi” e “come creare cartelle interattive” e leggere le seguenti indicazioni.
Una volta scoperte le molteplici funzionalità di Liveworksheets, non resterà che iniziare a sperimentarlo accedendo a questa interfaccia per elaborare una nuova scheda didattica interattiva:
ed a questa per progettare una nuova cartella interattiva:
Tutti i contenuti prodotti possono essere modificati e cancellati in ogni momento e da qualsiasi device: essenziale è entrare nel sito con le proprie credenziali da docente. 
Se non si desidera mostrare a tutti i propri contenuti è possibile mantenerli privati e realizzare fino a un massimo di 30 fogli privati da condividere soltanto con gli alunni. 
In riferimento alla condivisione delle prove con gli studenti è importante sapere che nel momento in cui la scheda è pronta, è possibile visualizzare l’anteprima per verificarne la correttezza. A quel punto, l’esercitazione potrà essere salvata e spedita agli studenti i quali dovranno completarla e, in seguito, inoltrarla alla/al maestra/o di riferimento. L’invio del lavoro può avvenire in due modalità: la prima è quella secondo cui lo studente invia il proprio lavoro all’insegnante. Quest’ultimo riceverà una notifica nella posta elettronica e la prova rimarrà disponibile per 30 giorni, dopodiché verrà eliminata. La seconda modalità consiste nel dover creare cartelle e condividerle con gli alunni, i quali potranno fare gli esercizi all’interno della cartella con il loro nome utente. In questo modo, il docente avrà la possibilità di visualizzare e correggere i compiti assegnati in qualunque momento. 
Tali modalità di insegnamento facilitano la correzione dei lavori da parte dell’insegnante e motivano i bambini poiché apprendono da una prospettiva maggiormente stimolante e coinvolgente rispetto a quella tradizionale.

3. Come utilizzare i fogli di lavoro di altri docenti

Gli esercizi interattivi, oltre ad essere privati, possono anche essere resi pubblici su Liveworksheets. In tal caso, non esistono limitazioni nella quantità di schede digitali che vengono condivise all’interno del portale web. Per questo, in aggiunta ai propri lavori è possibile proporre alla classe attività supplementari preparate da altri docenti. 
In particolare:

  • nella sezione Home sono presenti i fogli di lavoro più recenti, quelli più popolari (del giorno precedente o della settimana corrente) e quelli più “cliccati”; vi è inoltre la possibilità di selezionare la lingua delle schede didattiche mostrate.
  • nella sezione Interactive worksheets vi sono attività già pronte e condivise dagli utenti, le quali vengono suddivise per lingua (esempio: italiano), materia (esempio: matematica) e argomento (esempio: addizioni). In questa schermata è possibile anche decidere l’ordine dei risultati presentati: prima i più popolari oppure prima i più nuovi. Cliccando qui, è possibile trovare le prove di tutte le discipline scolastiche che sono disponibili su Liveworksheets in lingua italiana.

4. Come chiarirsi ogni dubbio

Nella Community, Liveworksheets permette ai docenti di confrontarsi con colleghi di tutto il mondo e di scegliere la lingua con la quale si vuole comunicare o cercare dei messaggi già scritti da altri utenti per chiarirti eventuali incertezze.
Se si ha bisogno di aiuto o di precise informazioni, nella sezione Help si potranno risolvere e chiarire le proprie perplessità.
Su Liveworksheets, non è possibile condividere qualsiasi tipologia di foglio di lavoro e, per capire quali sono i limiti di pubblicazione, è utile consultare attentamente le condizioni di utilizzo. Un’ulteriore limitazione (che spesso però non crea problemi) consiste nel poter creare un massimo di 10 cartelle e registrare fino a 100 alunni. Nel caso in cui si ha la necessità di formare più cartelle e/o di coinvolgere un maggior numero di studenti, si può fare un abbonamento tra quelli proposti sul piano di abbonamento.  

Infine, per avere altre indicazioni in merito a Liveworksheets e al suo funzionamento, è possibile leggere le informazioni fornite dal portare web stesso, nella sezione About this site.

La rubrica SOS WeTurtle

La didattica a distanza e la didattica digitale integrata hanno creato esigenze formative nuove nei docenti ed educatori, per questo WeTurtle ha creato una rassegna chiamata “SOS WeTurtle”.
Questo articolo fa parte della rassegna SOS Weturtle, la rubrica che corre in soccorso dei docenti che hanno bisogno di supporto digitale. Cerca i precedenti appuntamenti tramite la barra di ricerca in alto a destra scrivendo "SOS WeTurtle"!
TORNA AGLI ARTICOLI
Didattica Digitale Integrata: metodologie e strumenti...

TI E' PIACIUTO QUESTO ARTICOLO?

Continua a esplorare su WeTurtle!


Ti consigliamo il corso Didattica Digitale Integrata: metodologie e strumenti per l'apprendimento fisico e a distanza - ID SOFIA: 49396

ALTRI CONTENUTI DI WETURTLE

Disegnare con la luce

FREE

Tempo: 1 min

PROGETTO
   Alessandra Valdarnini
TUTORIAL Genially #9: CREARE AULE VIRTUALI

FREE

Tempo: 19 min

TUTORIAL
   Maria Ghirardi
I bambini utilizzano indizi non verbali per apprendere...

FREE

Tempo: 3 min

PUBBLICAZIONE
   Michele Storti
Accogliamo i Bimbi Ucraini nelle nostre Scuole

FREE

Tempo: 2 min

BLOG
   Paolo Bitocco
Scratch e Storytelling: progettazione e creazione di...

5.00€

Tempo: 53 min

PROGETTO
   Lorenzo Cesaretti