LEZIONI E FORMAZIONE DAI DOCENTI PER I DOCENTI

Scopri WeTurtle, la community di educatori dove trovare e condividere risorse innovative

home - progetti - PIZZA ROBOTICA

PIZZA ROBOTICA

"Pizza robotica" è un progetto interdisciplinare, che ha visto coinvolte discipline come matematica, scienze, italiano e tecnologia. Il progetto è stato proposto ad una classe quaarta di scuola primaria ed ha avuto durata annuale. L'aspetto fondamentale del progetto è stato la possibilità...

Alessandra Pastorino   by Alessandra Pastorino
Coding
CATEGORIA
Coding
Lego® Wedo 2

Tempo di lettura progettoTempo di lettura/visione: 5 min

PrimariaConsigliato per la fascia d'età: PRIMARIA

Secondaria Primo gradoAdattabile alla fascia d'età: SECONDARIA I GRADO

Introduzione progetto WeTurtle

Introduzione

"Pizza robotica" è un progetto interdisciplinare, che ha visto coinvolte discipline come matematica, scienze, italiano e tecnologia.
Il progetto è stato proposto ad una classe quaarta di scuola primaria ed ha avuto durata annuale. L'aspetto fondamentale del progetto è stato la possibilità di realizzare una attività inclusiva in grado di mettere ogni alunno a proprio agio e soprattutto di mettere in evidenza le peculiarità di ognuno, in tutti gli ambiti educativi e didattici.

lezione free corso Robotica per la Primaria con LEGO Wedo e Scratch - ID SOFIA: 48662

Abbiamo un regalo per te!

Ti interessa l'argomento Coding?


Fai il login e guarda GRATUITAMENTE la prima lezione del corso Robotica per la Primaria con LEGO Wedo e Scratch - ID SOFIA: 48662

Obiettivi e Competenze Obiettivi e Competenze

  • Sviluppare percorsi laboratoriali in tutte le aree del sapere.
  • Coinvolgere attivamente gli studenti nel loro processo di apprendimento e di costruzione delle conoscenze, promuovendo il pensiero creativo.
  • Educare gli alunni al “pensiero computazionale” attraverso la programmazione (coding).
  • Sviluppare competenze logiche e capacità di risolvere problemi in modo creativo ed efficiente.
  • Stimolare la creatività.
  • Sviluppare il pensiero logico e algoritmico.
  • Ricercare soluzioni ai problemi.
  • Promuovere la lettura e la scrittura delle tecnologie.
  • Favorire la collaborazione e la condivisione.
Cittadinanza e costituzione
  • Conoscere le regole di un comportamento corretto e avere particolare attenzione ad utilizzarle.
  • Sviluppare il senso del rispetto, della tutela e della valorizzazione dell’ambiente.

Gli alunni hanno avuto modo di visitare un negozio tipico genovese dove si produce il pesto "come una volta" utilizzando un mortaio robotizzato. Da qui è nata in loro la curiosità e la voglia di progettare con i lego un mortaio robotico (figura 1).

In classe avevamo già sperimentato la produzione della pizza e scoperto le caratteristiche delle diverse farine, ma noi volevamo riprodurre la nostra pizza ligure al pesto e quindi utilizzando il kit Makey-makey abbiamo riprodotto la pizza con la plastilina e grazie alla programmazione con Scratch abbiamo creato uno storytelling che racconta l'origine a km zero di tutti i prodotti che abbiamo utilizzato (figura 2).

Strumenti Strumenti

Metodologia didattica Metodologia didattica

L’obiettivo di educare gli alunni al pensiero computazionale è proprio quello di insegnare loro a pensare in maniera algoritmica (procedendo in modo logico, razionale),  trovando  e sviluppando una soluzione a problemi anche complessi, applicando la logica, ragionando passo passo sulla strategia migliore per arrivare alla soluzione.

Gli elementi che caratterizzano il Coding e la robotica educativa sono principalmente tre:

  • Apprendimento per scoperta
  • Utilizzo del problem solving
  • Riconoscimento del ruolo positivo dell’errore
La metodologia d’insegnamento prevede un approccio di tipo esperienzale attraverso il quale ci si avvicina al mondo della programmazione e della robotica come scienza di sintesi, con attività che usano il gioco per imparare dalla sperimentazione (learning by-doing), imparare divertendosi (learning by playing) e imparare creando (learning by-creating).

La didattica utilizzata è quella costruttivista ovvero dell’imparare facendo..e sperimentando. Infatti provando e riprovando gli studenti si renderanno conto degli errori e potranno correggerli; l’errore diventa così uno stimolo per trovare nuove soluzioni.

Linee guida delle attività Linee guida delle attività

FASE 1
L’insegnante propone alla classe di partecipare al concorso “Pizza robotica”; insieme con gli alunni si leggono le indicazioni per partecipare al concorso e le attività che si devono svolgimento.

Gli alunni progettano la pizza ipotizzando ingredienti e procedimento per fare l’impasto della pizza. Per la farcitura, gli alunni decidono di mettere in evidenza un prodotto tipico del nostro territorio ligure, essendo un concorso nazionale, decidono di farcire la pizza con il Pesto Genovese.

Quindi scrivono anche gli ingredienti e la procedura per realizzare il pesto.

L’insegnante fornisce alla classe le ricette originali per poterle confrontare con le proprie.

Gli alunni confrontano ingredienti e procedimenti poi sottolineano, negli ingredienti, con il colore rosso, ciò che hanno scritto ma che nella realtà non serve; infine leggono i procedimenti e sottolineano in verde le parti che non avevano considerato. (attività in collaborazione con la collega di lingua)

L’insegnante fa osservare agli alunni che la ricetta che hanno avuto è per la preparazione di due pizze. Gli alunni scoprono la quantità di ingredienti necessaria per realizzare una pizza per ognuno di noi. In oltre gli alunni dato lo scontrino per gli ingredienti acquistati per due pizze, ricavano la spesa totale  per l’acquisto di tutti gli ingredienti.

FASE 2 
Durante le attività gli alunni mettono in evidenza che nella ricetta si parla di farina Manitoba e servano che loro hanno scritto solo farina, quindi si avvia una discussione per cercare di capire quali tipi di farine ci possono essere e quali sono le caratteristiche di ognuna. Gli alunni a gruppi accompagnati al pc ricercano informazioni sulle farine.

FASE 3
L'insegnante dopo aver fatto riflettere gli alunni sulla spesa per i singoli ingredienti sofferma la loro attenzione sul concetto di COSTO UNITARIO.

Gli alunni riflettono sul percorso fatto e ne ricavano in modo autonomo le varie formule 

FASE 4 
L’insegnante propone alla classe la realizzazione del modellino robotico per realizzare il mortaio visto nel negozio del pesto:

Quando siamo andati da “Pestobene” abbiamo visto un mortaio per fare il pesto robotizzato. 

Spiega con precisione come era fatto il mortaio  e come funzionava e prova a fare un tuo  progetto per poterlo realizzare qui in classe.

Gli alunni osservano l’immagine del mortaio di Luciano lo descrivono e descrivono anche il funzionamento, successivamente attraverso il disegno provano a creare un loro progetto per poter costruire in classe un modellino.

L’insegnante, mostra agli alunni i Kit di lego WeDo 2.0 e attraverso l’applicazione fa vedere loro le caratteristiche dei kit.

Gli alunni, che hanno già fatto un percorso sulla programmazione a blocchi, comprendono l’utilità dei kit e si cimentano nella realizzazione di un progetto che possa essere realizzato.

FASE 5
Riproduciamo la pizza fatta in classe con la farina ma adesso usiamo la plastilina e la facciamo a forma di Liguria. Con i kit Makey-Makey programmiamo attraverso Scratch uno storytelling che illustri tutti gli ingredienti utilizzati per realizzare la nostra pizza al pesto

Ancora non sei iscritto? Diventa una tartaruga digitale con centinaia di docenti da tutta Italia.

ISCRIVITI SUBITO!

Risultati attesi Risultati attesi

Promuovere lo sviluppo del pensiero computazionale coinvolgendo vari ambiti disciplinari.

Vuoi leggere la lezione quando vuoi, anche offline?





Vuoi fare una domanda all'autore?

oppure


GLI ALTRI UTENTI HANNO CHIESTO