home - blog - Le soft skills che puoi aumentare grazie a coding, tinkering e robotica
#coding #tinkering #robotica #SoftSkills 
by Leonori Danila, 27.04.2019

Le soft skills che puoi aumentare grazie a coding, tinkering e robotica

Si parla sempre più spesso di soft skills, vediamo insieme cosa sono e come il coding, la robotica e il tinkering aiutano ragazze e ragazzi ad ottenerle e rafforzarle!

Soft skills una definizione

Le soft skills o anche competenze trasversali sono "la somma delle conoscenze, abilità, capacità, qualità personali, atteggiamenti, motivazioni, attitudini utilizzate da una persona in situazioni operative tra loro diverse".[1]

Quindi, possiamo definirle come quelle competenze che ciascun alunno può usare durante la sua vita in ambiti diversi a partire dall'ambiente scolastico fino ad arrivare a quello lavorativo. Per questo vengono anche chiamate life skills.

Ma come possono coding, robotica e tinkering sviluppare le soft skills e soprattutto quali?


Sebbene le soft skills siano tantissime (si stima oltre cinquanta), per questo articolo ne abbiamo selezionate alcune che riteniamo importantissime!
Vediamole insieme.

Pensiero computazionale e problem solving

Ovviamente non potevamo che partire dal pensiero computazionale e dal problem solving, capacità fondamentali al giorno d'oggi che possono aiutare i ragazzi a superare problemi sia scolastici che reali.

La capacità di analizzare, suddividere un problema grande in problemi più piccoli, gestendoli e trovando soluzioni e la capacità di risolvere problemi in modo creativo sono fondamentali in un mondo dinamico e veloce come il nostro. 

La capacità di adattarsi per i nostri ragazzi, oggi, deriva anche dal loro modo di pensare e di affrontare la vita (e non solo la scuola).

Collaborazione e lavoro di gruppo

Programmare un computer, costruire un robot con materiale povero oppure riuscire a farlo camminare sono tutte attività che si prestano bene al lavoro di gruppo e alla collaborazione tra pari. Saper lavorare in gruppo, superare le piccole incomprensioni che possono nascere e portare a termine dei compiti importanti per raggiungere gli obiettivi sono competenze fondamentali.

Come la scuola, anche il mondo del lavoro sta cambiando e saper collaborare e fare squadra è più che mai importante. Nella vita non sempre possiamo scegliere i nostri colleghi (di studio o lavoro) ma possiamo trovare un modo per lavorarci bene!

Comunicazione ed empatia

Conseguenza quasi diretta delle soft skills precedenti. Saper comunicare il proprio punto di vista, immedesimarsi nell'altro, accogliere il suo pensiero o confutarlo sono caratteristiche importanti che provengono dal lavoro di squadra. 
Queste soft skills possono aiutare i nostri ragazzi non solo quando si parla di tecnologie digitali, ma anche quando entrano in contatto con i social network e con la solitudine che essi creano.

Saper comunicare ed empatizzare è fondamentale anche per il linguaggio che si usa in questi ambienti: Spesso infatti grazie alla falsa protezione dell'anonimato si usano linguaggi violenti o poco consoni, senza la reale comprensione delle implicazioni che avranno le parole scritte. Questo è un argomento molto delicato che va affrontato il prima possibile con alunni e genitori.

Inclusività

Collaborare in squadra, lavorare per obiettivi aiuta i ragazzi a comprendersi meglio. Un progetto di coding, robotica o tinkering, se ben sviluppato, favorisce l'inclusività perché ogni ragazz* lavora in base alle proprie capacità.

In questo modo, nessuno resta escluso dal lavoro e ciascuno di loro si sente parte di una comunità. Per questo, l'inclusività è legata a doppio filo al lavoro di gruppo ma anche all'empatia. Se si fa parte di un gruppo, si raggiunge l'obiettivo tutti insieme! 

Tenacia, umiltà e autostima

Riuscire a programmare un computer o un robot, costruire un artefatto con quello che si ha a disposizione sono attività che richiedono una buona dose di tenacia e di autocritica. Ogni errore richiede un debug, attività che può sembrare frustrante, ma che è una tra le più formative. Dall'errore si comprende molto di più che da un libro di testo. 

Dover correggere i nostri errori, di continuo rafforza poi un senso di umiltà che è sempre necessario nella vita, perché ci aiuta ad immagazzinare sempre più conoscenza, a migliorarci e ad essere aperti al punto di vista altrui.

Infine, raggiungere l'obiettivo dopo tanto lavoro aiuterà i ragazzi a rafforzare la loro autostima!

Riferimenti e links

E tu quali soft skills pensi che queste attività possano favorire?

Faccelo sapere nei commenti oppure mandaci una mail! Saremo felici di ascoltare il tuo punto di vista!

 

Se vuoi maggiori informazioni o una consulenza o se vuoi far parte della famiglia We Turtle scrivi all'indirizzo email: info@weturtle.org
Per restare sempre aggiornato iscriviti alla piattaforma e segui We TurtleTalent su Facebook.

 

[1]  Carlotto, Gaetano. Soft skills: Con-vincere con le competenze trasversali e raggiungere i propri obiettivi - Franco Angeli Edizioni. 

TORNA AGLI ARTICOLI