home - blog - Storytelling a scuola con ChatGPT: alcune idee per voi docenti!
#storytelling #AI #intelligenza-artificiale #didattica #competenze
by Pantanetti Patrizia, 11-05-2023

Tempo Lettura articoloTempo di lettura/visione: 5 min

Storytelling a scuola con ChatGPT: alcune idee per voi docenti!

Anteprima Articolo Blog Storytelling a scuola con ChatGPT: alcune idee per voi docenti!

Introduzione

L’Intelligenza Artificiale (AI) può essere uno strumento molto utile per migliorare ed espandere l’esperienza di apprendimento degli studenti.

In questo articolo approfondiremo che cos’è lo storytelling e proporrò anche un’attività semplice ed istruttiva che può essere svolta in classe.

Se vuoi approfondire maggiormente l’argomento sono stati scritti altri articoli del blog nei confronti di questo tema che puoi consultare ai seguenti link:
Altrimenti, continua a leggere questo articolo in cui esploreremo i modi in cui l’Intelligenza artificiale, in particolare ChatGPT può essere utilizzata per fare storytelling in ambito didattico e quali sono i vantaggi di sfruttare questa moderna tecnologia in classe.

Registrati a WeTurtle per accedere ai vantaggi, è gratis!

La community di docenti e educatori ti offre:

Il corso gratuito "Collaborare a scuola con il digitale"

Un'area personalizzata con i tuoi contenuti preferiti

Una lezione di prova gratuita per ogni corso online

Dirette ed eventi dedicati agli utenti iscritti

Cos'è lo storytelling e perché è importante?

Lo storytelling è un’arte millenaria che consiste nell’usare il racconto per comunicare un messaggio. Qui su WeTurtle abbiamo anche un intero corso dedicato allo storytelling nella didattica!

In particolare, lo storytelling risulta essere particolarmente efficace perché le storie hanno il potere di coinvolgere direttamente ed emotivamente gli studenti, rendendoli più propensi all’ascolto e portando l’apprendimento ad un grado ancora superiore.

Infatti le storie, in quanto tali, possono essere utilizzate per comunicare dei concetti complessi in modo più accessibile e comprensibile. In particolare possono aiutare a rendere la conoscenza teorica più connessa con la vita reale e le esperienze personali degli studenti.

Un altro punto a favore nei confronti di questa tecnica riguarda lo sviluppo delle competenze linguistiche in quanto gli studenti dovranno raccontare storie e, per crearle, dovranno stimolare anche la loro creatività ed immaginazione.

In che modo l’AI può essere sfruttata per lo storytelling didattico?

L'uso dell'AI può aumentare l'efficacia dello storytelling, fornendo una serie di strumenti e funzionalità che possono migliorare l'esperienza di apprendimento degli studenti, rendendola stimolante e appassionante.

In particolare abbiamo pensato ad un’attività da svolgere in classe che consiste in vari step:
  1. Divisione in gruppi: il docente dividerà la classe in gruppi di lavoro (ad esempio 2-3 studenti per ogni gruppo);

  2. Attività preparatoria allo storytelling: l’insegnante guida l’attività e scrive l’incipit di una storia alla lavagna (definendo un massimo che può essere scelto a discrezione del docente, es: 2 righe, 4 parole, etc…);

  3. A turno, dopo l’incipit della storia scritta dall’insegnante, ogni gruppo continuerà la storia e così via, agganciandosi ognuno alla storia dell’altro;

  4. Integrazione dell’AI: ChatGPT può essere inserito nel completamento della storia o all’inizio, quindi fornendo un incipit al posto dell’insegnante oppure come se fosse un ulteriore gruppo di studenti. Questo aspetto può essere scelto dall’insegnante.

    Ad esempio se volessimo fargli scrivere l'incipit della storia potremmo chiedere:

    Ciao, puoi scrivere un incipit di una storia di 10 righe per studenti di scuola media sulla sostenibilità ambientale che deve comprendere 3 personaggi?

    Certo! Ecco un incipit per una storia sulla sostenibilità ambientale con tre personaggi per studenti di scuola media:

    Sotto il caldo sole estivo, nella pittoresca cittadina di Valleverde, vivevano tre amici inseparabili: Marco, Sofia e Luca. Insieme, condividevano una passione per l'ambiente e il desiderio di rendere il loro mondo un posto migliore. Marco era un giovane sognatore che amava la natura e le sue meraviglie. Sofia, dotata di una mente brillante, aveva un talento speciale per l'invenzione di soluzioni creative ai problemi ambientali. Infine, c'era Luca, un appassionato attivista che aveva una voce potente e sapeva come ispirare gli altri.

    Un giorno, mentre passeggiavano nel parco locale, Marco notò un manifesto che annunciava un concorso sulla sostenibilità. Decisi a partecipare, i tre amici si misero subito al lavoro, cercando il modo migliore per promuovere un ambiente più pulito e sano. Riuniti nella soffitta di Marco, discussero delle loro idee, tracciando piani e schizzando disegni.

    Insieme, Marco, Sofia e Luca erano pronti a intraprendere un viaggio emozionante, alla ricerca di soluzioni che potessero cambiare il loro futuro e quello di tutti gli abitanti di Valleverde. I tre sapevano che, se avessero lavorato insieme, avrebbero potuto fare la differenza. La loro avventura verso la sostenibilità ambientale stava per cominciare, e nulla avrebbe potuto fermarli.

    Oppure se volessimo fargli continuare la storia iniziata da qualcun altro potremmo chiedere la seguente cosa:

    Eragon è a caccia nella foresta, quando a un certo punto
    sente un’esplosione. Poco lontano da lui, al centro
    di una zona dove gli alberi sembrano bruciati,
    vede una pietra lucida di colore blu. Eragon ha paura,
    ma si fa coraggio e raccoglie lo strano oggetto.
    Puoi continuare questa storia?

    Eragon solleva con cautela la pietra blu lucida, ancora un po' titubante riguardo alle sue origini e al motivo per cui si trovava in quella foresta. L'oggetto sembra freddo al tatto e brilla di una luce misteriosa, catturando l'attenzione di Eragon con il suo fascino magico.

    Senza pensarci due volte, Eragon decide di portare la pietra con sé per ulteriori indagini. Mentre avanza attraverso la foresta... ed ora continua tu!

  5. Una volta che la storia è stata scritta, gli studenti dovranno raccontarla attraverso Scratch.

Esempio

Un esempio di idea iniziale per partire potrebbe essere quella di sensibilizzare gli studenti nei confronti dell’innalzamento della temperatura globale, raccontando la storia di un pinguino di nome Peter che si accorge che le sue tanto amate calotte polari si stanno sciogliendo:
Oltre a tutti i benefici importanti dello storytelling che abbiamo analizzato a fondo nelle righe precedenti, l’utilizzo e l’integrazione di Scratch tende a rendere ancora più coinvolgente l’attività in quanto porta gli studenti a sviluppare una serie di competenze digitali che spaziano dai concetti di programmazione, come la sequenza delle azioni e la logica condizionale, alla manipolazione degli sprite e delle scene, imparando quindi ad utilizzare gli strumenti digitali in modo consapevole, divertendosi.

È importante sottolineare che queste competenze digitali saranno utili non solo nello storytelling, ma anche in altri ambiti che riguarderanno lo studente, in futuro.

Il grande vantaggio dello storytelling unito alle risorse digitali

In sintesi, lo storytelling è importante nell'ambito della didattica educativa perché coinvolge emotivamente gli studenti, comunica concetti complessi in modo accessibile, favorisce la memoria e l'apprendimento, sviluppa le competenze linguistiche e promuove l'empatia e la comprensione sociale. L'uso dell'AI nel contesto dello storytelling può amplificare questi benefici, fornendo strumenti e funzionalità aggiuntive per migliorare l'esperienza di apprendimento degli studenti.

Questi potenti strumenti uniti a Scratch, che è un ambiente di programmazione visuale a blocchi creato appositamente per i principianti, inclusi i bambini, rendono il tutto ancora più proficuo dal punto di vista dell’apprendimento e del coinvolgimento dello studente nei confronti dell’attività.

Bene, e ora non resta che testare quest’attività con i tuoi studenti! 

Nel caso in cui si riscontrino dei problemi tecnici nell’utilizzo di Scratch, abbiamo creato un assistente virtuale, disponibile ed affidabile, che potrai consultare cliccando qui

A cui è collegato un tutorial in cui l'assistente viene interrogato proprio nei confronti di una problematica riguardante Scratch che puoi consultare cliccando qui.
TORNA AGLI ARTICOLI

Scopri i servizi di Weturtle

per il PIANO SCUOLA 4.0 del PNRR


Ottieni uno spazio di apprendimento con contenuti didattici per docenti e studenti, dove facilitare lo scambio e favorire la comunità di pratica e dove tenere sotto controllo i progressi della classe e dei docenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Creare storie a bivi su Genially

FREE

Tempo: 20 min

BLOG
   Chiara Accordini
Itinerari di apprendimento a tappe su Genially

FREE

Tempo: 20 min

BLOG
   Maria Ghirardi
Marvin Minsky, uomo straordinario del nostro tempo

FREE

Tempo: 1 min

BLOG
   Danila Leonori
Italiano per stranieri #3 “In palestra”

FREE

Tempo: 2 min

BLOG
   Elisa Crivellari
Sperimentiamo ChatGPT a scuola: può essere uno strumento utile...

FREE

Tempo: 9 min

BLOG
   Patrizia Pantanetti
Chat Icon

Wetruvio

Ciao! Sono Wetruvio, il tuo assistente virtuale!