home - progetti - SFIDA ALL'ULTIMO MATTONCINO!

SFIDA ALL'ULTIMO MATTONCINO!

L'attività proposta è un gioco adatto soprattutto ai bambini delle prime classi della scuola primaria per esercitare la capacità di muoversi in un determinato spazio secondo regole convenzionali.Per muoversi i bambini dichiareranno il loro percorso con delle semplici frecce direzionali,...

  by Paola Mattioli
CATEGORIA
Gaming
Mattoncini Lego

Introduzione

L'attività proposta è un gioco adatto soprattutto ai bambini delle prime classi della scuola primaria per esercitare la capacità di muoversi in un determinato spazio secondo regole convenzionali.
Per muoversi i bambini dichiareranno il loro percorso con delle semplici frecce direzionali, viene quindi inserito in modo trasversale un'introduzione al coding.

Obiettivi e Competenze

Disciplinari
- Ascoltare informazioni e realizzarle nel lavoro pratico
- Interagire in modo collaborativo 
- Sapersi muovere in uno spazio delimitato "verbalizzando" con frecce direzionali i propri spostamenti prima di realizzarli


Extra-disciplinari
- Sviluppare abilità di problem solving 
- Accrescere la motivazione all’apprendimento disciplinare
- Saper organizzare autonomamente il lavoro rispettando tempi e regole convenzionali
- Sviluppare abilità prassiche e costruttive
- Sviluppare abilità di pensiero computazionale e stimolare l’interesse verso il Coding.

Strumenti

- Griglia A4 (realizzabile in Excel);
- Frecce direzionali;
- Kit Lego Learn to Learn + griglie di classificazione

Metodologia didattica

- Gamification
- Project based Learning 

Linee guida delle attività

INTRODUZIONE
L'attività avrà luogo da un breve momento frontale in cui l'insegnante presenterà i materiali a dispozione e le regole del gioco. I bambini sono divisi a coppie e ciascuna coppia avrà a disposizione una griglia A4, frecce direzionali e una bustina del Kit Learn to Learn comprensiva della griglia di classificazione presente nel kit. Il primo momento dell'attività sarà infatti quello di disporre ogni pezzo del sacchetto sulla sua immagine nella griglia di classificazione per verificare di avere tutti i pezzi.
Nel caso non si disponga del Kit si possono usare anche mattoncini Lego vari, ma si consiglia di fare in modo che ogni coppia abbia lo stesso numero di pezzi a disposizione. 

REGOLE DEL GIOCO
Ogni bambino rappresenterà se stesso sul piano di gioco con un mini personaggio ed una fiamma colorata; in ogni bustina del kit ci sonodue personaggi e due fiamme di diverso colore. Al via dell'insegnante ogni coppia avrà due minuti di tempo per disporre sul piano la propria fiamma ed un certo numero di mattoncini Lego in modo da dar vita ad un percorso e proteggere la propria fiamma. Il proprio personaggio verràmesso nella casella ad angolo a destra per un giocatore ed opposta a sinistra per l'altro. 
Obiettivo del gioco è quello di rubare la fiamma avversaria muovendo il proprio personaggio sul piano di gioco. 
Terminati i due minuti di tempo per la dispozione del piano di gioco inizierà la gara vera e propria. Dopo il famosissimo "bim bum bale giù" (..si scriverà così?) il giocatore che deve iniziare dichiarerà le sue prime 5 mosse posizionando le frecce davanti a lui, solo dopo aver dichiarato le proprie mosse potrà spostare il proprio personaggio. In caso di errore tornerà al punto di origine e la parola passerà all'avversario; comunque ci si muove al ritmo di 5 mosse ciascuno finchè uno dei due giocatori non è riuscitoad arrivare nella casella della fiamma avversaria. Ogni volta che uno dei due riesce a prendere la fiamma avversaria si modifica il piano di gioco spostando i mattoncini e si ricomincia a giocare.

Risultati attesi

L’alunno al termine dell’attività:
- ha migliorato la sua capacitàdi muoversi all'interno di uno spazio dato;
- ha sviluppato competenze trasversali, tra cui l’abilità di collaborazione e l’organizzazione nel piccolo gruppo;
- ha sviluppato competenze di comprensione di un compito richiesto;
- ha dimostrato di saper scrivere brevi percorsi con l'utilizzo di frecce di direzione;
- ha sviluppato capacità costruttive ed espressive.



Hai letto la lezione? Che cosa ne pensi? Lascia un commento qui sotto!