home - blog - Piskel: un nuovo modo di fare arte in digitale
#pixel #pixelart #piskel #didattica-distanza #didattica-digitale #SOS-WeTurtle
by Team Weturtle, 11-12-2020

Tempo di lettura/visione: 5 min

lezione free corso Didattica Digitale Integrata: metodologie e strumenti per l'apprendimento fisico e a distanza - ID SOFIA: 49396

Abbiamo un regalo per te!


Fai il login e guarda GRATUITAMENTE la prima lezione del corso Didattica Digitale Integrata: metodologie e strumenti per l'apprendimento fisico e a distanza - ID SOFIA: 49396

Piskel: un nuovo modo di fare arte in digitale

Come ben sappiamo anche l’arte si evolve nel corso del tempo, spostandosi sempre di più nel settore digitale. Ormai possiamo creare davvero qualunque cosa in qualsiasi momento, semplicemente lavorando con il proprio smartphone!

Partendo da semplici esempi, lo stesso sistema di Windows ci mette già a disposizione sul computer diverse applicazioni dove possiamo mettere in pratica la nostra creatività, come Paint o Paint 3D, e ci sono tante altre applicazioni che possiamo scaricare gratuitamente da internet, una di queste è Piskel! Oggi parleremo di questo incredibile programma e come lo si può utilizzare in alcune attività di didattica digitale.

Che cos’è Piskel?

Piskel è un programma in cui possiamo creare sprite o semplici illustrazioni, ma usando il metodo del pixel. Quindi, quadratino dopo quadratino, andiamo a creare la nostra opera d’arte.

Ma partiamo dalla base, che cos’è il Pixel? La parola Pixel è composta dalle particelle PIX + EL, dove PIX sta per Picture mentre EL significa Element.
Quindi, qualsiasi cosa vediate sul vostro smartphone o sul monitor del vostro computer è in realtà una grande griglia rettangolare formata da quadratini colorati accostati tra loro, ovvero i pixel!

Forse saprai che con il pixel è nata una vera e propria forma d’arte: la Pixel Art, dove le immagini vengono create e modificate al livello dei pixel. Sebbene esistano varie tecniche di disegno, un tratto comunemente riscontrabile nel fenomeno è l’utilizzo di una palette di colori non particolarmente estesa. Quest’arte, oltre ad esser utilizzata nella grafica digitale, viene usata soprattutto nella creazione di videogiochi e nella produzione di siti web, i quali hanno bisogno di immagini non troppo sofisticate per consentire una navigazione più rapida.

Ecco alcuni esempi di Pixel Art! Belli vero?

Come utilizzare Piskel

Ecco come si presenta il programma:
La prima cosa che bisogna sapere è che non per forza bisogna accedere con un’email per utilizzare Piskel. Possiamo andare direttamente sul bottone giallo “Create Sprite” in alto a destra per iniziare a creare!

Una volta fatto questo passaggio, ci troviamo nella pagina principale.
Facciamo una breve panoramica:

A sinistra abbiamo tutti gli strumenti base come:
  • Il pennello semplice, ci serve per tracciare
     il segno;
  • Il secchiello per riempire una determinata 
    zona con il colore;
  • La gomma per cancellare se abbiamo 
    sbagliato qualcosa;
  • Lo strumento “mano” per spostare il
    disegno sul foglio;
  • Forme già preimpostate come il cerchio,
    quadrato o rettangolo.
Inoltre, al di sopra di questa barra, abbiamo l’opzione per cambiare la grandezza del pennello.
A destra invece troviamo altre opzioni:
  • Layers per aggiungere vari livelli al 
    proprio disegno;
  • Transform dove possiamo girare,
    specchiare e fissare al centro il soggetto;
  • Palettes per scegliere tutti i colori che vogliamo usare per il nostro lavoro. Cliccando sul “+” andiamo ad aggiungere i colori che ci serviranno.
Di fianco alle ultime opzioni elencate, abbiamo altre impostazioni dove possiamo esportare ed importare il nostro lavoro. Inoltre, chi farà l’accesso tramite email, potrà salvare il proprio disegno sulla galleria di Piskel, che verrà creata non appena farete l’accesso.

Una volta che tu e la tua classe avrete familiarizzato con i comandi potrete davvero sperimentare la vostra estrosità creando bellissimi soggetti e sfondi a quadretti!

Cosa creare per la Didattica Digitale?

La pixel art è un’attività utile per approcciarsi alle arti grafiche, quindi un ottimo e pratico esercizio potrebbe essere quello di passare dal disegno su carta al disegno digitale. Così per bambini e ragazzi, soprattutto per coloro che non hanno molta familiarità nell’uso del computer, la creazione di un’opera in Pixel art può essere il primo passo per avvicinarsi al mondo digitale in modo leggero, divertente, utile e creativo!

Vediamo un semplice esempio. Nella prima immagine Giulia, l’artista della redazione di WeTurtle, ha disegnato su un foglio a quadretti un cagnolino, stando bene attenta a non uscire dalla griglia del foglio: ciascuno quadretto corrisponderà ad un Pixel su Piskel! Nella seconda immagine ha ricreato il soggetto sulla griglia di Piskel… ecco pronta la nostra prima immagine digitale!
Provate e una volta che avrete fatto questo tipo di esercizio, vi troverete sicuramente più a vostro agio con l’ambiente digitale e vi sentirete più liberi di sperimentare le vostre idee!

Proseguite la sperimentazione con diversi disegni di difficoltà crescente con lo scopo di esercitarvi, dopodichè potrete darvi degli obiettivi didattici più specifici.

Con Piskel possiamo arricchire le nostre presentazioni digitali, creando da zero le immagini che ci servono, con uno stile davvero unico e personale, dando sfogo alla creatività.

Possiamo realizzare personaggi, paesaggi e soprattutto anche animazioni, come le GIF per esempio.
Con vari frame, cambiando qualche dettaglio, vedremo il nostro disegno prendere vita! Per animare questo cagnolino è bastato fare una copia del frame originale, aprire il secondo frame e modificarne l’occhio e la posizione delle orecchie. Guarda L’animazione del cagnolino qui!


Questo è un altro esempio molto più elaborato: l’animazione di un personaggio in movimento si può realizzare mostrando tutti i frame che vengono utilizzati. In questo caso si tratta di una corsa. Nell’immagine, c’è una colonna verticale dove si vedono tutti i disegni utilizzati per creare l’animazione.
Un’ulteriore idea per portare la Pixel Art a scuola ci viene in aiuto quando abbiamo una nuova classe o un gruppo di studenti in visita, in presenza oppure a distanza, e vorremmo che si presentassero. Potremmo far creare agli studenti un proprio avatar che li rappresenti. Questa attività aiuterà i più schivi a vincere la timidezza e quelli che non credevano di avere doti grafiche scopriranno che bastano pochi quadratini o pixel per creare dei bei disegni!

Speriamo di avervi incuriosito e stimolato ad affrontare questa avventura del tutto digitale!

Ora tocca a voi creare i vostri personaggi, i vostri paesaggi e le vostre animazioni!
Ecco il link per accedere a Piskel: https://www.piskelapp.com/

Inoltre potete scaricarlo anche per la versione desktop!

SOS WeTurtle

La didattica a distanza e la didattica digitale integrata hanno creato esigenze formative nuove nei docenti ed educatori per questo WeTurtle ha creato una rassegna chiamata “SOS WeTurtle”. 

Ti aspettano 16 appuntamenti, 4 nuovi ogni settimana! Articoli del Blog e Tutorial ti accompagneranno per diventare un utente digitale più consapevole e preparato e un docente con tanti nuovi strumenti al suo servizio! SOS WeTurtle è la rubrica che corre in soccorso di chi ha bisogno di supporto digitale perciò promettiamo di presentare software semplici e utili! 
Buon proseguimento con gli altri appuntamenti della settimana:

Questo articolo fa parte della rassegna SOS Weturtle, la rubrica che corre in soccorso dei docenti che hanno bisogno di supporto digitale.
Cerca i precedenti appuntamenti tramite la barra di ricerca in alto a destra scrivendo "SOS WeTurtle"! TORNA AGLI ARTICOLI
Didattica Digitale Integrata: metodologie e strumenti...


Ti è piaciuto questo articolo? Continua ad esplorare WeTurtle!


Ti consigliamo il corso Didattica Digitale Integrata: metodologie e strumenti per l'apprendimento fisico e a distanza - ID SOFIA: 49396

SCOPRI IL CORSO